matera - BENVENUTI NEL NOSTRO BLOG - Prodotti tipici lucani da Nadi

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Pane di Matera

Pubblicato da Tipico Lucano in Storia Culinaria · 13/3/2015 15:33:00
Tags: panedimatera
Oggi vi parlo del pane di Matera, da sempre un simbolo per eccellenza della Città dei Sassi.

Com’è fatto? A renderlo unico è la sua forma che ricorda il paesaggio della Murgia Materana; nonostante ciò è chiamato “cornetto” perché la sua forma da l’idea di un cornetto!
In commercio si trova la pagnotta da 1 kg e quella da 2 kg, di cui la prima si conserva fino a 7 gg mentre la seconda fino a 9 gg; In bocca è croccante e morbido allo stesso tempo, ha sentori di erba e di fieno e una nota fruttata finale, si caratterizza per l'alta digeribilità. Gli ingredienti di partenza del pane di Matera sono i grani coltivati nel territorio della provincia di Matera e questo lo rende inimitabile.                                                                            

Come si produce?
Si utilizza esclusivamente
il lievito madre naturale di origine vegetale, la rimacinatura di semole di grano duro selezionato e coltivato in loco, le 3 fasi di lievitazione, la cottura nel forno a legna e l'alta conservabilità. 
Il pane di Matera mantiene la sua fragranza fino a 9 giorni dall’acquisto!

Il pane di matera in cucina.
Dal pane derivano molti piatti tipici come la famosa “cialledda”.
Questa oltre ad essere molto antica è anche una ricetta molto economica perché simbolo della povertà di chi, pur di non sprecare il prezioso cibo, preparava in vari modi le rimanenze ormai rafferme.
Svariate sono le possibilità di cialledda, con l’uovo e l’aggiunta di
vari prodotti (olive, verdura ed altro). Alcuni locali la propongono
ancora oggi. (www.ristorantenadi.com).

Vi riporterò una delle ricette più antiche.
 
Cialledda calda
Ingredienti:
4 fette di pane raffermo
1 cipolla
2 pomodori
4 uova
Olio extravergine d’oliva
Brodo bollente
Sale
 
Affettate la cipolla, spellate togliete i semi e affettate i pomodori.
Fate soffriggere la cipolla nell’olio, aggiungete i pomodori. Verso la fine della cottura aggiungete le uova e fate rapprendere per pochi minuti.
Disporre le fette di pane nel piatto e bagnateli con il brodo bollente e ricopritele con il composto.
 
Cialledda fredda
Ingredienti:
4 fette di pane raffermo
6 pomodori maturi
Olio extravergine d’oliva
Origano
Sale
 
Disponete le fette di pane nel piatto. Bagnatele con un po’ d’acqua, copritele con i pomodori freschi tagliati a pezzi, salate ed irrodate con olio extravergine d’oliva e di origano. Potete evitare di bagnare il pane se, dopo aver ricoperto di pomodori tritati le fette, lasciate riposare il tutto per il tempo necessario che si imbevano dell’acqua dei pomodori stessi.
 
Curiosità
Fino alla fine del 1950 sul pane, le famiglie materane imprimevano con un timbro in legno sulla pasta da infornare il proprio marchio per riconoscerlo dopo la cottura e rimarcare i valori della fecondità, della forza, e della difesa. Il marchio intendeva trasmettere le virtù omeopatiche dei simboli stessi.



GoogleRank
Torna ai contenuti | Torna al menu